La rosa del freddo e l'avventura dell'uomo
Ovvero come l'uomo vinse una sfida della natura
Renzo Mosetti - Roberto Purini - Marina Silvestri

Ordine di scuola -

Collana Ricerca

ISBN 9788861596245

Pp. 160

Euro 16,00

Ricordate il film The Day After Tomorrow del regista Roland Emmerich dove la Corrente del Golfo si ferma per un improvviso distacco di un’immensa banchisa, lasciando il Nord America nella morsa delle piogge torrenziali, dei maremoti e del ghiaccio? Un evento analogo si verificò 12.000 anni fa, alla fine dell’Era glaciale. Diversamente dalla pellicola, dove tutto succede in un intervallo di poche ore, allora il freddo ritornò nel corso di alcune decadi: un tempo comunque brevissimo, che portò nella fascia temperata lunghi secoli di aridità. Solo dopo mille anni il clima ritornerà mite, permettendo così la nascita e lo sviluppo dell’agricoltura.A partire da questo evento, il volume spiega sotto il profilo scientifico come l’interazione tra oceano e atmosfera determini il clima, offre un quadro del dibattito inerente alla Rivoluzione del Neolitico, propone una lettura del mito di Demetra e Persefone come passaggio dalla società precerealicola alla nuova economia basata sul lavoro nei campi. E si chiede anche se il superamento della crisi ambientale da cui il nostro mondo ebbe inizio possa essere interpretato come esempio di resilienza.

Prefazione

di Sandro Petruccioli

Preludio

1. L’uomo e il pianeta: una memoria condivisa

di Renzo Mosetti e Roberto Purini

2. La circolazione oceanica ed il clima

di Renzo Mosetti e Roberto Purini

3. La spiga della resilienza

di Marina Silvestri

4. La natura addormentata

di Marina Silvestri
Considerazioni conclusive

Appendici

di Renzo Mosetti e Roberto Purini