Un racconto apocalittico
Dall'economia all'antropologia
Giulio Sapelli

Ordine di scuola Università, Varia e Professionale - Varia

Area disciplinare Scienze Umane e Sociali

Materia SOCIOLOGIA E ANTROPOLOGIA

Collana Testi e pretesti

ISBN 9788861595002

Pp. 224

Euro 19,00

L’Apocalisse, ci dice l’autore, è sempre l’attesa di una rivelazione redentrice, è una delle forme di quel divino nascondimento che Pascal ci ha insegnato ad amare come speranza. In un contesto economico, sociale e politico diverso da quello del passato della giovinezza, che crea un rimemoramento nostalgico, l’autore ci conduce attraverso una costellazione di spunti teorici e di esemplificazioni concrete intorno ad alcuni temi rilevanti per leggere la contemporaneità. Primo fra tutti il rapporto tra economia e antropologia, portato di nuovo alla ribalta dalla crisi finanziaria, che ha mostrato l’importanza del legame tra scambio di mercato e relazioni personali, tra mondo delle merci e mondi simbolici, tra economia e cultura.Una società, del resto e non di meno, attiva, attivissima, che rende manifesto un grande dinamismo nell’informalità dei rapporti e nella rifunzionalizzazione di antichissime relazioni sociali.

Un’indicazionePrefazione. Per giustificare questo libro: interrogarsi sulla razionalità e scoprirsi fuori dal mondoPRIMA PARTE. Riferimenti teorici: il personalismo per l’analisi dei sistemi sociali e della polifonia delle forme1. Per l’antropologia economica: culture e pratiche nella divisione sociale del lavoro2. Alternative alla marginalità: le nuove forme dell’azione sociale nelle città mediterranee3. Marketing antropologico: riflessioni e proposte4. Dolore e felicità nelle organizzazioniSECONDA PARTE. Libertà5. Città europee e insorgere delle metropoli non europee: le sfide della libertà6. Il dilemma e una trasformazione: discorrendo di infrastrutture e di istituzioni per giungere a una teoria dell’obbligazione7. Libertà e liberalizzazioni: un sentiero nella foresta pietrificata8. Tra la dittatura asiatica, l’Europa in Asia e la frantumazione dei partiti: Cina, India, Brasile. Una noterella sulla politica del futuroTERZA PARTE. La decadenza italiana9. Riflessioni sul potere e sulle élite del paese...10. Dittatura monetaria piccolo borghese...11. Della mancata integrazione sistemica e della vittoria dei lanzichenecchi12. Il ritorno alle virtù civili e al sociale per lo sviluppo dell’economiae della società italianai