Meglio ladro che fotografo
Tutto quello che dovreste sapere sulla fotografia ma preferirete non aver mai saputo
Ando Gilardi

L'arte difficile e visionaria di un grande studioso della fotografia italiana, la cui esperienza svela segreti e meccanismi indispensabili per i giovani aspiranti fotografi.

Ordine di scuola Università, Varia e Professionale - Varia

Area disciplinare Discipline artistico musicali

Materia FOTOGRAFIA

Collana Testi e pretesti

ISBN 9788842420415

Pp. 160

Euro 15,00

In questo agile libretto, un grande protagonista del panorama della fotografia italiana concentra la sua straordinaria esperienza maturata in più di mezzo secolo vissuto tra le immagini. La sua attività di fotografo nel campo del sociale, lo sviluppo di un'impostazione anarchica della teoria fotografica, l'indagine dei cambiamenti della società attraverso un'osservazione partecipata: sono soltanto alcuni degli ingredienti che compongono la vita avventurosa di Ando Gilardi e che, qui, si trasformano in riflessioni indispensabili per tutti i giovani che aspirano a diventare fotografi.
La fotografia è un'arte difficile, spesso praticata in modo amatoriale come distrazione dai pensieri quotidiani. E proprio a chi fotografa per diletto può risultare preziosa l'esperienza di Gilardi che, pur nella consapevolezza di trovarsi di fronte a un mezzo in continua evoluzione, conosce a fondo i meccanismi e i segreti di uno dei modi più meravigliosi che abbiamo per soddisfare il nostro “bisogno visivo”.

Illustrato in bianco e nero e a colori
I. Gli argomenti
Del giudicare in fotografia
Degli orrori in arte e in fotografia
Della cultura fotografica
Della pietra filosofale tipografica
Delle istantanee che non sono specchi e delle sindoni su vetro
Del miracolo di San Samuele
Del fatto che non siano specchi nemmeno per il robot
Del fotografare l’arte
Del fatto che la fotografia non sia uno specchio ma immodificabile come uno specchio
Dell’immagine digitale
Del nudo in fotografia e in digitale
Dell’evoluzione della comunicazione privata per immagini
Dei supporti che si riciclano e no
Delle immagini contro la peste che invece causano il contagio
Di amore e di morte
Della psicoanalisi della fotografia
Di che cosa è la fotografia della realtà
Di che cosa è la realtà
Di che cosa è l’informazione
Del fenomeno e del noumeno
Della fotografia come teoria copernicana
Di come si fa una tesi di laurea in comunicazione visiva
Della fotografia come ready made
Della fotografia sindacale e della Leica
Della poesia in fotografia
Della fotografia scaramantica

II. Le immagini
Fotoamatore a quindici anni
Il lavoro per “Lavoro” e le cronache sindacali
Vivere a Mezzogiorno
Sud e magia
Bambini nel dopoguerra
Autoscatto
Color G & fotografia arbitraria
Pittore
Gilardi digitale
Conclusioni